top of page

L’arte sensibile di Ambretta Rossi

Ambretta Rossi analizza il mondo che ci circonda, la società e l’ordinario con una sensibilità certamente non comune. La sua arte classicista è al contempo più che moderna, in quanto indaga approfonditamente i gesti, le abitudini, i dettagli del quotidiano, trasmettendo all’osservatore una visione leggera e frattanto profonda. I paesaggi che ci racconta sono quelli dell’esistenza umana che vive ogni momento intensamente.





I giochi di colori e le campiture, sempre tenui e non invasivi sottolineano l’aspetto di una spiccata sensibilità artistica, che affonda uno sguardo precipuo alla tradizione, ma non distolgono l’attenzione dalla modernità, ravvisata dalla gestualità quotidiana. Le sue figure sono uomini e donne, bambini, raffigurati nei gesti più comuni ed è proprio questa sua pazienza artistica nel ritrarre gli aspetti che appaiono più frequenti, ma in realtà simboleggiano quei particolari di vita che nel terzo millennio sembrano ormai sfuggirci di mano o come una eco lontana ci distolgono dal senso della nostra esistenza.


Un messaggero di valori perduti


Ambretta Rossi, quindi, diviene per l’arte contemporanea un messaggero di valori perduti, una fotografa di istantanee sensibili, l’ago della bilancia tra il passato e il futuro, con un occhio particolare per il presente. Un presente mai banale, ma foriero di ideali e di riscoperte.



Post recenti

Mostra tutti
bottom of page