top of page

HOLOPERFORMANCE

"POETRY BOX CUBE” FILIPPO PAPA & JOAN JOSEP BARCELO

Filippo Papa e Joan Josep Barcelo ospiti

della Biennale Città di Asti propongono la terza e ultima performance art che vedrà protagonista l’iconica “Poetry Box” La prima performance “Poetry box” si è svolta nella città di Varese durante l’evento “Voci per voi” nel 2021, per approdare nella sua seconda edizione con il nome di “Poetry box 2 (Al quadrato)” presso la Biennale Internazionale di Asti nel 2022. All’interno dell’Asti Art Gallery ha trovato la sua dimensione diventando una vera e propria installazione artistica.


In tutto il 2022 la Box si è trasformata in un vero e proprio simbolo di “Libertà”, i numerosissimi visitatori della Biennale che in questo anno si sono avvicendati hanno imparato ad apprezzare l’opera e interagire con essa, a volte lasciando un messaggio con un pennarello indelebile su di essa , altre inserendolo all’interno della box stessa. L’atto d’amore che Papa con il suo corpo ha realizzato e Barcelo con la sua voce ha sublimato è diventato oggetto tangibile e materia fisica.


 

Da queste ultime considerazioni nasce la terza e ufficialmente ultima della serie di performance “Poetry Box”. Dopo l’esperienza della prima “Holoperformance” dal titolo “Regeneration” svoltasi durante la “Biennale Amedeo Modigliani” di Venezia, Filippo Papa e Joan Josep Barcelo vogliono unire la tecnica olografica alla “Poetry Box”. Nasce cosi la “Poetry Box Cube” Holoperformance, scegliendo fortemente ancora una volta Asti per rappresentarla perché lì si sentono come a casa.

Troviamo già dal nome rimandi molto importanti dell’opera:

* Sarà la terza edizione da questo “Cube” che rappresenta la dicitura “Al cubo”.

* Un forte rimando alla geometrica del “Cubo” che è la forma stessa della box.

* Il cubo al cubo, il cubo dentro un’altro cubo, quello che vedremo grazie alla

tecnologia olografica

* Una Poetry box dentro la Poetry box rappresenta “la liberazione dell’energia

positiva” già rappresentano in precedenza con l’azione fisica di Papa. Questa volta il

corpo reale di Papa diventerà olografico e l’energia dell’amore espressa con il suo

corpo fisico diventa rappresentazione metafisica fatta di geometria, colori, luce e

energia

Infatti Papa questa volta non sarà fisicamente all’interno della poetry box ma apparirà il suo corpo nudo e verrà rappresentata la sua energia positiva. Dal reale, al surreale, dalla materia alla matefisica, “Poetry box Cubed” diventa l'evoluzione delle precedenti arrivando all’incastro perfetto fra sentimento e tecnologia, fisicità e sogno. Ma non sarà solo questo Joan Josep Barcelo e Filippo Papa saranno presenti fisicamente e si uniranno idealmente alla “Poetry box” in una gestualità che possiamo definire rituale. Mentre Barcelo declamerà le parole di “Platone” scriverà sul torso nudo di Papa che indosserà una camicia aperta con colori oleografici che rimanderanno a quelli all'interno della “Doppia box”. Un progetto complesso e ambizioso che si fa promotore di una visone cross mediale che unisce nuove tecnologie, poesia e performance.