Daniel Maillet Scultura - Oltre la forma, fuori dal tempo


Daniel Maillet è nato a Zurigo nel 1956 e ha studiato comunicazione visiva alla CSIA di Lugano, continuando la sua formazione come incisore con suo padre, Leo Maillet, un importante pittore espressionista tedesco. Nel 1983 frequenta gli studi di pittura all’Accademia di Brera a Milano. Il suo lavoro è incentrato sul disegno di figure a grandezza naturale, attraverso lo studio di modelli dal vero. I suoi ritratti sono caratterizzati da un realismo espressionista contemporaneo, senza però disconoscere l’antica tradizione figurativa della cultura mediterranea e mitteleuropea.

Tardivamente inizia a modellare sculture in argilla, studia le argille e un metodo che gli permette costruire statue di creta in un blocco unico. Nel 2002 si trasferisce in Brasile, crea gruppi scultorei in terracotta e la sua pittura acquista colore. Entra in contatto con i ceramisti giapponesi che vivono ai tropici brasiliani, costruisce un atelier e un concetto nuovo di forno per le alte temperature. La scultura figurativa in gres di grande formato rappresenta per Daniel una importante svolta tecnica ed espressiva, grazie alla sinterizzazione delle crete e alle possibilità poetiche che permette l’arte del fuoco, è un linguaggio che non si apprende negli Istituti e Accademie d’Arte e usato raramente dalla scultura contemporanea.

Daniel si è da poco trasferito nel Monferrato Astigiano, dal quale mantiene contatti con la Svizzera e il Brasile per divulgare l’arte della scultura in gres. I suoi ritratti sono essenziali e diretti, domina l’essere come focus principale della sua poetica: a suo modo segue le orme del padre nella ricerca e nel mestiere nell’arte figurativa, lontano dal mainstream.


8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SAGRASSE